martedì 31 luglio 2007

Ossessioni

La scrittura che si dissolve lasciandosi morire dentro una pagina incerta, e io che resto a guardare.
Stanca nel continuo riversarsi di parole che mi travolgono, mentre non riesco ad afferrarle per portarle via, in un luogo dove nulla le possa corrodere come roccie di una montagna in decomposizione verso il suo secondo essere.
Il deserto si polverizza in vortici di sabbia bianca che mi nasconde alla vista l'oasi della mia immaginazione.
Le parole che non ho pronunciato e non possono più tornare, affondate in questo tempo che limita la mia concezione dell'essere.
I pensieri inespressi che rimangono archiviati nella stanza chiusa della mia mente e lì sperano di trovare l'oblio, per non essere condannati all'eterno vagare in cerca di una nuova opportunità.
La barriera che s'innalza dentro di me, quando le parole iniziano a scriversi da sole, senza che la mia mano e la penna che brandisco come un'arma ceca abbia volontà alcuna, nella stampa frenetica di lettere che si uniscono senza che io riesca a leggere.
Scrivo per non dimenticare, scrivo per svuotare la mente e liberare i segni che nascono in un luogo indefinito del mio inconscio e poi spingono prepotentemente per conquistare la prova inequivocabile della loro esistenza.

9 commenti:

Ga ha detto...

clap.

Ga ha detto...

malinconico ma interessante.
coinvolgente ma non assillante.
scrivi scrivi scrivi.

emily forlini ha detto...

;-) sei ufficialmente nominato "Fan numero uno"!!!!

Ga ha detto...

comunicazione di servizio:
c'è anche un'errata corrige da applicare.
leggi sul forum che sai.

emily forlini ha detto...

hi hi! fatto!!

ellysunset ha detto...

Scrivi decisamente in un modo "ossessionante" =Pp tanto per rimanere in tema...

Volalontano ha detto...

Bello, ma credo il crepuscolo debba lasciar spazio all'estate. Grazie per essere riri passata ;-)

Roberto GHILARDINI ha detto...

La carta ascolta sempre ciò che la penna ha da dire...

emily forlini ha detto...

*Elly*: la scrittura rispecchia il tema ;)

*Volalontano*:i contrasti vivono ognuno dell'esistenza dell'altro, comunque benvenuta estate!

*roberto*:è per questo che amo penna e carta! Grazie di essere passato edi aver portato un inconfondibile aroma di caffè! ;)