mercoledì 31 ottobre 2007

Ricette per aspiranti streghe e maghi

Cari lettori,
dopo lunghi giorni di attesa, (ho viaggiato molto per raccogliere strorie per voi), eccomi di nuovo qui per allietarvi (o angosciarvi!) con le mie parole.
Dato che sono una strega famosa e che questa notte streghe e maghi di tutto il mondo si riuniranno per festeggiare, voglio rendervi partecipi della vita della nostra congregazione.
In particolare vi scriverò le ricette che realizzerò questa sera durante la festa.
Mi raccomando se decidete di farle anche voi, cercate di stare attente a non sbagliare i passaggi e SOPRATTUTTO non fate di testa vostra spinti da un'impulsiva creatività! Gli effetti potrebbero essere terribili.
******
POZIONE ANTINOIA
La pozione antinoia è un potente antidoto al fracassamento di maroni, da usare con parsimonia nelle giornate uggiose, quelle in cui non avevte nulla da fare e vi crogiolate nella depressione cosmica, quelle in cui tutto quello che fate vi schifa e vi fa venire i nervi.
Gli ingredienti vanno raccolti la mattina all'alba perchè devono essere ancora bagnati dalla rugiada che li rende puri. Una volta recuperati devono essere conservati in luogo buio ma molto umido, in un recipiente di vetro verde smeraldo.
INGREDIENTI:
- 5 cime di ortica, meglio prendere le cimette più tenere
- 10 goccie di pioggia che riflettono l'arancio dell'alba
- una ranocchia di torrente
- 7 nontiscordardime appena sbocciati
- una mela marcia
- tre mosche spiaccicate con le mani o con la paletta (mi racomando non le stecchite col raid sennò vi avvelenate da soli)
- 25 peli di gatto tigrato
- una noce
- una manciata di corolle di fiori di campo
- 1 papavero
PREPARAZIONE:
La pozione va preparata il primo giorno di plenilunio.
Mettere tutti gli ingredienti in un calderone di medie dimensioni, aggiungere due litri di acqua di ruscello e accendere un allegro fuocherello. Mescolate energicamente. Quando il composto inizia a bollire aggiungete un pizzico di peperoncino e una bacca di caradamomo. Mescolate due minuti energicamente e poi lasciate bollire per tre ore. Il liquido diventarà di un bellissimo violetto, se assume un altro colore, avete sbagliato qualcosa o gli ingredienti non erano freschi! Ricominciate da capo.
Un bicchiere di pozione e vi sentirete meglio!
******
POZIONE ANTISTRUFFIRUFFI
Questa pozione serve per cacciare via gli spiritelli molesti che vogliono contagiarvi con qualche morbo, il più pericoloso dei quali è quello i cui germi si trasformano in farfalle che svolazano impazzite nel vostro corpo.
Il suo nome deriva dal principe degli spiritelli molesti che si chiama appunto StruffiRuffi, conosciuto per aver contagiato col suo potente morbo una delle più famose streghe del nostro mondo.
Per liberarsene lei ideò questa pozione che riusciva a tenerlo lontano ogni volta che il mascalzone tentava di tornare all'attacco.
L'effetto consiste nel far innervosire la vittima a tal punto che lui decide di sua spontanea volontà (così crede) di andarsene tutto imbronciato e lanciando maledizioni e sproloqui a gran voce.
Gli ingredienti vanno raccolti o procurati rigorosamente al tramonto. La pozione va conservata al buio in un'ampolla di vetro blue con decorazioni argentate.
INGREDIENTI:
- 1 rosa rossa appena sbocciata
- 7 semi di girasole
- 3 conchiglie spezzate raccolte sulla riva
- una manciata di more selvatiche
- il guscio di una noce marcia
- un cucchiaio di yogurt bianco
- un ragno con le zampe lunghe
- una manciata di smarties
- una coda biforcuta di lucertola campagnola
- 5 spezie provenienti da cinque terre diverse
- due zampe di rospo
- il testo di una canzone scritto su carta di riso
- un cucchiaino di sabbia
- un baffo di gatta femmina
- un baffo di gatto maschio
- una formica rossa
- scaglie di carapace di tartaruga marina
- due cucchiai di acqua di mare
PREPARAZIONE:
La pozione va preparata al tramonto, quando la luna calante inizia a mostrare la sua ombra sul rosso del cielo.
Versare gli ingredienti, nell'ordine di presentazione, in un calderone decorato con un girasole. Aggiungere due litri di acqua di ruscello e accendete un bel fuoco dalle lunghe fiamme.
Mescolate delicatamente in senso antiorario. Quando il liquido inizia a bollire aggiungete un pizzico di cannella, sempre continuando a mescolare.
Mentre preparate la pozione, per favore abbiate l'accortezza di non fantasticare su scenette romantiche insieme allo spiritello, intesi??
Per questa pozione non esiste un tempo preciso di preparazione, dovrete aspettare che diventi blu come il cielo. Attenzione alla tonalità, altrimenti non avrà effetto.
Dieci gocce all'evenienza.
******
Bene direi che queste due possano bastare!! Attenzione dovete farle con passione o non riusciranno e non avranno poteri magici!
Buona Pozione

sabato 20 ottobre 2007

Alba di variopinti colori


Distrai la mia anima muta,
inondala di mille parole
luccicanti come stelle.

Sostieni il mio corpo immobile,
muovilo verso il centro
di questo universo in tempesta.

Abbraccia la mia mente instabile,
legala alla tua alba
con variopinti pensieri.

Io mi perdo nel sale, come il mare.

lunedì 8 ottobre 2007

MEMORIE DEL GENERALE KHORA II° capitolo


Fuori piove, non smette da ore…che baffi!!
La serra legnosa è grande come un palazzo dei “Due Zampe”, ma non si può certo dire che sia un Gatta Park!
Distesa qui nel mio giaciglio, costretta all’ozio (io che ho fatto dell’iperattività il mio motto!!), miagolo pensieri.
Sì stavo meditando sulle lucertole.
E’ inutile che raggrinziate il muso, fateli voi dei pensieri più profondi…puff…vorrei proprio vedere.
Ebbene sì, le stramaledette lucertole. Se non fosse per me qui sarebbe un brulicare indegno.
Inoltre sono esseri alquanto strani: non fanno altro che rimanere immobili per ore sotto al sole…che deficienti! Anche noi gatti rimaniamo sdraiati in miagolosi riposini per ore…ma almeno ci mettiamo all’ombra, dove soffi un po’ di venticello che ci solletichi i baffi.
Se almeno si abbronzassero!…e invece mi pare proprio che rimangano costantemente di quel verde marroncino…bleah…(adoro i puntini di sospensione!)
Per chi non lo sapesse…(l’idiota di Cosetta non lo sa di sicuro!) l’abbronzatura è una cosa degli uomini (e figuriamoci se non era opera loro!!!)
D’estate si tolgono quei surrogati della pelliccia che sono costretti ad indossare e “fanno le lucertole”.
Dopo due-tre giorni, la loro pelle inizia a diventare marroncina, teoricamente almeno, perché in realtà alcuni diventano di un bel rosso vivo…mah…a me non sembra granchè…
Mamy, la mia padroncina, non diventa mai marroncina, chissà perché???
Adesso che ci penso una volta è tornata a casa ed era rossa rossa con alcune strisce bianche sparse qua e là e frignava dicendo che le bruciava tutto.
Ai Due Zampe piace soffrire.
Mamy ad esempio soffre molto quando si mette quelle cose ai piedi che chiamano scarpe, ma non con tutte. Ne ha alcune che hanno un bastone che la costringono (secondo i calcoli e le proporzioni che sono riuscita a fare) a reggersi solo sulle punte dei polpastrelli. Ecco, quelle lì la fanno soffrire molto e ogni volta che le indossa, lancia maledizioni verso “quelli che hanno inventato i tacchi”…non so chi siano. Forse sono i capibranco dei Due Zampe e sono loro che la obbligano ad indossarle.
Poi, quasi ogni volta che si mette quei bastoni, mentre cammina, una delle zampe cede, il piede si piega di lato e lei rischia di cadere…quando succede questa cosa maledice a gran voce e si manda a quel paese da sola.
Certo Mamy è molto strana…pensate che in realtà non si chiama Mamy, o almeno gli altri la chiamano con un altro nome!!!
A me dice sempre di chiamarsi Mamy: “vieni da Mamy, la micetta di Mamy, la Mamy ti da le crocchette…”.
Insomma io con questi “due zampe” non ci capisco granchè…e sono una gatta molto furba…figuriamoci cosa può capirci Cosetta che è semiritardata!!
Poverina…mi tanta pena…(ahahahahahahahahaha).
…Ehi!!! Oh noooooooo! No!!! Ti prego Supremo Romeoooo (Il Dio dei gatti, per chi non avesse letto il primo capitolo)
NON DIRMI CHE CI RISIAMOOOOOO!!!!!!!!!!!!!
Devo scappare! No, gazzarola, fuori piove! Devo nascondermi!! Ma dove?? DOVE DOVEEEE??????? Ah ecco qui dovrei essere al sicuro….ffiùùùùùùùù.
Ecco che entra la Zia L. con quella sua stramaledetta spazzola!!!
Ma perché i Due Zampe pensano che dobbiamo fare come loro?? Ma non si accorgono che siamo diversi??
Noi abbiamo le lingue ruvidose, loro le spazzole!
Tralasciamo il fatto che non si leccano e, a dire la verità, sono dei gran zozzoni, ma hanno pure le pretese!!
“Vieni dalla zia che ci pettiniamo, guarda come sei brutta con il pelo tutto sporco…”
SEI BELLA TU!!!!!!
Vive gente strana da queste parti!
Che giornata sfigata! Adesso per consolarmi farò un’uscita a gran velocità, non tralasciando di far prendere un colpo a Cosy mentre le sfreccio di fianco…hihihhihih!!
Beh vi saluto cari miagolettori. Fusa felici a tutti.